La notizia non è tanto l’istituzione di un nuovo corso sulle life skills, quanto la sempre più diffusa presa di coscienza del ruolo fondamentale che le capacità emotive, cognitive e relazionali posseggono nel mondo del lavoro odierno. Si inserisce in questa rinnovata attenzione verso la tematica la terza edizione del master sulle life skill organizzato a Milano per il settembre prossimo da Cineas. Il master si rivolge a responsabili delle risorse umane ma anche a professionisti in generale che vogliono migliorare quelle competenze trascurate dal sistema formativo per adulti. Molto interessante è la spiegazione che l’Ente ha fornito sull’opportunità di intraprendere un’attività formativa su materie considerate parte del bagaglio di esperienze del professionista adulto:

“Ferma restando la necessità di robuste competenze tecniche, sono le soft skills oggi a fare la differenza: per avere successo, i manager della finanza devono dimostrare la capacità di interpretare risultati e dati, prevedendo trend futuri e dando indicazioni utili per l’azienda, ma anche di essere entusiasti e partecipativi alla politica strategica dell’azienda.” Andrea Curiat – Il Sole 24 Ore

Insomma, non è solo l’autorevolezza dell’OMS a ricordare l’importanza e l’attualità delle life skills nell’offerta formativa che deve essere offerta a ogni individuo per consentirgli di raggiungere una adeguata qualità della vita. Compresa quella professionale.

Per approfondire, consigliamo di leggere questo contributo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie necessari al suo funzionamento. Questo sito non ha alcuna finalità commerciale. Per ottenere maggiori informazioni, clicca QUI.

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi